DA TITOLARE FISSO A RISERVA: IL FUTURO DI DE SCIGLIO E’ UN REBUS

DA TITOLARE FISSO A RISERVA: IL FUTURO DI DE SCIGLIO E’ UN REBUS

Mattia De Sciglio, terzino rossonero (Fonte: www.stopandgoal.net)
Mattia De Sciglio, terzino rossonero (Fonte: www.stopandgoal.net)
Sabato, a Palermo, il Milan riabbraccerà Mattia De Sciglio. Il giovane e promettente terzino, anche quest’anno, è stato limitato pesantemente dagli infortuni e rischia di mandare in archivio l’ennesima stagione sfortunata. L’ultima presenza in campionato risale all’ormai lontano 10 gennaio, all’Olimpico di Torino, poi la fascite plantare, che già lo aveva limitato nel finale del 2014, ha avuto il sopravvento, costringendolo ad un lungo stop. In sua assenza il Milan ha faticato tantissimo, soffrendo in particolare sugli esterni dove la sua assenza andava a sommarsi a quella di Ignazio Abate e di altri difensori.Ad oltre tre mesi di distanza da quel Torino-Milan, che oltretutto per Mattia era finito male per un rosso decisamente evitabile, il panorama in casa Milan è cambiato radicalmente. Dal mercato è arrivato Luca Antonelli, mentre Ignazio Abate è tornato e si è preso una maglia da titolare. L’ex Genoa è subito parso a suo agio in rossonero e anzi si è imposto non solo come un giocatore inamovibile, ma anche come una delle poche note positive di questa difficile stagione rossonera. Abate invece è tornato alla grande e collezionando buone prestazioni ha anche riconquistato la Nazionale.Difficile, se non impossibile, pensare quindi ad un De Sciglio titolare contro il Palermo e nel prossimo futuro. Mattia sembrava il futuro della fascia rossonera e del Milan: cresciuto nelle giovanili, bravissimo ragazzo, capace di giocare sia a destra sia a sinistra De Sciglio era un predestinato e i paragoni con Paolo Maldini si sprecavano. Adesso invece si troverà nel delicato ruolo di riserva di lusso, pronto a subentrare in caso di necessità, ma non una prima scelta. Una situazione questa che, inevitabilmente, porta tante domande: la stima di squadre importanti non è un segreto, così come non è un segreto che al Milan nessuno sia incedibile, sopratutto davanti all’offerta giusta. Da bandiera a giocatore in partenza dunque? Difficile dirlo adesso, ma la tentazione, questa volta è concreta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy