DA KONDOGBIA A BERTOLACCI, DA WITSEL A BASELLI: MILAN, UN MERCATO POCO CHIARO

DA KONDOGBIA A BERTOLACCI, DA WITSEL A BASELLI: MILAN, UN MERCATO POCO CHIARO

Andrea Bertolacci a Casa Milan (acmilan.com)
Andrea Bertolacci a Casa Milan (acmilan.com)
Dopo giorni di delusione, complici i mancati acquisti di Kondogbia e Jackson Martinez, Adriano Galliani ha piazzato il primo vero colpo, reso ufficiale oggi: Andrea Bertolacci. Un giocatore capace di mettersi in mostra nell’ultima stagione al Genoa, dove ha portato il Grifone ad un passo dall’Europa League. Ora, però, ai tifosi rossoneri sorge spontanea una domanda: con quale criterio si sta sistemando la mediana?Inizialmente, infatti, l’obiettivo primario era Geoffrey Kondogbia: un giocatore dotato di grandissimo atletismo, tecnica, velocità e capacità di recupero palloni in mezzo al campo. Poco dopo, però, a causa del passaggio del francese all’Inter e del rinnovo di De Jong, Galliani ha puntano su un giocatore con più tecnica, trovandolo proprio nel neo-acquisto. Un ripiego o un acquisto mirato? Premesso che probabilmente l’ex Genoa sarebbe comunque approdato a Milanello, si nota a vista d’occhio la differenza tra il profilo del francese e quello dell’azzurro.Lo stesso vale per altri obiettivi: nome caldo dopo l’affare saltato con l’ex Monaco è stato Axel Witsel. Giocatore dal valore certo e dalla fama internazionale. Non a caso lo Zenit chiede almeno 30 milioni e Galliani continua a rifletterci. Da un giocatore con potenzialità sicure e già affermato a obiettivi dal profilo medio-basso: stiamo parlando di Josè Mauri e Andrea Baselli. Per il primo la trattativa sembra conclusa: il fallimento del Parma ha contribuito all’approdo del giovane centrocampista in rossonero, mentre il secondo è vicinissimo a percorrere la tratta Bergamo-Milano, dopo i continui contatti tra le società. Anche qui è palese la differenza tra un giocatore affermato e d’esperienza e giocatori che sarebbero al primo appuntamento con una big e un palcoscenico importante come quello di San Siro.Insomma, al momento il centrocampo del Milan sembra prendere una via assurda e schizofrenica. I giocatori sono validi, ma il criterio non sembra convincente al cento per cento. Spetterà come sempre al campo smentire le voci estive…Luca Fazzini (Twitter: @_lucafazzini)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy