CESENA-MILAN, ANALISI STATISTICA DELLA PARTITA

CESENA-MILAN, ANALISI STATISTICA DELLA PARTITA

Filippo Inzaghi, allenatore Milan
Filippo Inzaghi (fonte foto: www.ilcalciocheconta.com)
Tanto possesso, ma poca praticità e lucidità sotto porta. Può essere questa la sintesi della partita del Milan, giocata ieri pomeriggio a Cesena.Analizzando attentamente, infatti, i dati della sfida del Manuzzi, non si può fare a meno di notare il grande possesso di palla del Milan rispetto al Cesena. La squadra rossonera ha dominato per gran parte della partita, raggiungendo il 60,2 % di possesso rispetto al 39,8 % dei romagnoli. Possesso al quanto sterile, però, dato che i tiri delle due squadre si sono quasi equivalsi, 11 del Milan contro i 10 del Cesena.  Cesena dunque più pratico: ha lasciato far fare la partita al Milan, per poi colpirlo di rimessa. Infatti il Milan è stato ben 156 volte nella metà campo cesenate, contro le 94 volte della squadra avversaria.Durante tutta la gara, la squadra di Inzaghi ha collezionato calci d’angolo, 9 contro 4 il computo dei tiri della bandierina. Da uno di questi è infatti nato il gol del pareggio di Rami.Buone le trame di gioco dei rossoneri: ben 385 passaggi completati, contro i 244 dei bianconeri. Tutto questo non è però bastato per conquistare i tre punti.Cesena molto falloso, Menez lo testimonia: ben 14 i falli della squadra di Bisoli contro i 12 del Milan.In sintesi, quello che è mancato alla squadra rossonera è stata la capacità realizzativa; il finalizzare, cioè, tutta la mole di gioco e di passaggi creata.A questo vanno aggiunte le disattenzioni difensive che hanno permesso più volte al Cesena di essere pericoloso e persino di segnare con Succi.  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy