CESENA-EMPOLI, LE GARE DEI RIMPIANTI

CESENA-EMPOLI, LE GARE DEI RIMPIANTI

Menez deluso dopo un gol subito (calcissimo.com)
Menez deluso dopo un gol subito (calcissimo.com)
Il giochino del ‘se’ in qualsiasi discorso quotidiano, tanto più nel calcio, è un discorso molto attuale: “se quel tiro fosse entrato”, “se avessimo vinto”, ecc. Soprattutto in casa Milan.

Dopo la sconfitta interna con la Juve, all’unisono era stato detto che contro Empoli, Cesena e Chievo i nove punti erano un must. Ecco invece servita la trappola: contro i toscani, tutto è stato compromesso nella prima mezz’ora di gioco, dove un avvio degno dei migliori horror ha fatto si che l’Empoli senza nemmeno faticare più di tanto si trovasse sul 2-0. Torres e Honda hanno riequilibrato la partita, e la traversa ha detto no al sorpasso firmato Menez, ma il risultato è rimasto sul 2-2 e due punti sono rimasti ad Empoli. Nemmeno quattro giorni, altra trasferta, altra neopromossa, altri due punti lasciati per strada, questa volta a Cesena. Dopo dieci minuti un errore da matita rossa di Abbiati ha regalato il gol a Succi, Rami dieci minuti dopo di testa con un guizzo è riuscito a trovare l’angolo giusto e a insaccare alle spalle di Leali, ma il risultato non si è schiodato dal parziale di 1-1.Morale, quattro punti persi: senza quei tre gol regalati, adesso si parlerebbe di un’altra classifica, 15 punti, pari alla Roma e meno tre dalla Juve. Napoli e Fiorentina, che sono partite con il freno a mano tirato, ora stanno risalendo e sono solo una lunghezza alle spalle del Milan. Con quei quattro punti in più in classifica, starebbero dietro di cinque (Napoli) e sei (Fiorentina) punti. Ora un’altra insidia è rappresentata dal Verona, che è appaiato ai rossoneri e domenica 19 ottobre riceverà proprio il Diavolo al Bentegodi. Una trasferta storicamente insidiosa, da affrontare senza De Jong squalificato, Bonaventura a rischio e i lungodegenti Montolivo e Van Ginkel ancora fermi ai box. La nota positiva arriva dal recupero di Diego Lopez fra i pali, al rientro dopo l’infortunio di Parma.Dopo aver visto il lato negativo, c’è anche da valutare il rovescio della medaglia: il Milan ha perso punti importanti in questo inizio di campionato, ma anche le rivali per il terzo posto sono partite a rilento e nel loro percorso incontreranno numerose insidie, dunque non resta che attendere gli sviluppi delle prossime settimane.Matteo Anobile

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy