Milan, perché aspettare Caldara? Il focus

Milan, perché aspettare Caldara? Il focus

La stagione di Mattia Caldara è stata incredibilmente travagliata ma il Milan aspettandolo potrebbe contare sulla sua voglia di rivalsa dopo gli infortuni

di Peppe Gallozzi

CALCIOMERCATO MILAN – La storia di Mattia Caldara è una storia molto particolare, e probabilmente è stata già raccontata da tanti. Arrivato in un caldo giorno d’estate al posto del “core ‘ngrato” Leonardo Bonucci, e presentato dall’alto di una terrazza in Piazza Duomo, era tutto pronto affinché prendesse un posto di rilievo nella difesa e nel cuore dei tifosi rossoneri.

Considerato uno dei migliori prospetti italiani, con Alessio Romagnoli si fantasticava una coppia da sogno in salsa nazionale. Poi il campionato ha raccontato un’altra verità. Prima i problemi legati al modulo, con le difficoltà di adattamento in un reparto a quattro piuttosto che a tre, poi i primi infortuni a causa di una preparazione interrotta e diversificata nel passaggio dalla Juventus al Milan.

Lo stop di due mesi, il rientro, la partita di Coppa Italia con la Lazio da titolare dove uscì (nonostante la sconfitta) tra gli applausi di San Siro e il nuovo lungo stop, questa volta di sei mesi. Sembra un destino stregato quello dell’ex difensore dell’Atalanta che, tuttavia, ha l’età dalla sua parte per scrivere ancora pagine importanti della sua carriera. E il Milan non deve farselo scappare, perché è doveroso aspettare ancora un po’ un giocatore di ampie prospettive e con tutta la voglia di riscattarsi. Nonostante il calvario legato ai suoi infortuni che rimembra quello di altri giocatori, grandi giocatori, nel recente passato.

Come dimenticarsi di tutte le disavventure fuori dal campo di Pippo Inzaghi che lo portarono addirittura a pensare per un momento di smettere (fortunatamente Pippo è rientrato, ha segnato e ha contribuito ai successi rossoneri). Oppure Massimo Ambrosini, con infortuni al limite del normale che lo hanno costretto ai box per tempi immemori.

Parlando di difensori è facile l’associazione ad Alessandro Nesta obbligato alla spola tra Italia e Stati Uniti per operazioni di vario genere. Il Milan deve aspettare Mattia Caldara, deve aspettarlo perché bruciarlo così potrebbe essere un grave errore. Perché il passato lo insegna. E il futuro è tutto da scrivere. Novità sulla sentenza dell’UEFA che riguarderà il Milan … Continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy