BERTOLACCI E ROMAGNOLI: 45 MILIONI ALLA ROMA, MILAN E’ LA SCELTA GIUSTA?

BERTOLACCI E ROMAGNOLI: 45 MILIONI ALLA ROMA, MILAN E’ LA SCELTA GIUSTA?

Alessio Romagnoli, fonte foto acmilan.com
Alessio Romagnoli, fonte foto acmilan.com
Questa campagna acquisti ha evidenziato un aspetto curioso ma nello stesso inquietante, per certi aspetti, che riguarda l’asse di mercato Milano-Roma.Infatti, due delle più importanti operazioni di questa sessione sono state svolte idealmente sull’autostrada A1, tenendo come base strategica Forte dei Marmi dove spesso di questi tempi ci si dà appuntamento per concludere gli affari.I buoni rapporti che intercorrono tra le due società hanno portato i due prodotti del vivaio giallorosso, Bertolacci e Romagnoli, a lasciare la Capitale per la «modica» cifra di 45 milioni di euro.Questo pesante assegno, staccato dai dirigenti rossoneri, conferma il trend attuale di una società che non investiva così pesantemente da tempo, soprattutto per soli due giocatori, facendo comunque un po’ preoccupare i tifosi e gli addetti ai lavori che, se i due acquisti si rivelassero due flop, temono di aver soltanto finanziato il mercato di una diretta concorrente se non per lo scudetto almeno per l’Europa che conta.La Roma, come è ben noto, fino a poche settimane fa navigava in acque agitate tra l’insoddisfazione generale per un mercato che non decollava visto che non si trovavano i fondi necessari per sboccarlo e la cessione del centrocampista prima e soprattutto del difensore classe ’95 poi, ha come aperto le frontiere giallorosse che ora sognano con Salah, Dzeko, Digne e forse qualche altro colpo.Sarebbe paradossale se, proprio nell’anno in cui il Milan ha deciso di tornare a fare la voce grossa, ci si trovasse a maggio a lottare contro una formazione in pratica da noi costruita, visto che difficilmente con le cessioni di Destro, Doumbia e degli altri esodati avrebbe potuto ingaggiare certi nomi.Chiaramente la scelta può sembrare, ad oggi, molto rischiosa, ma come sempre solo il tempo dirà se l’affare è stato fatto all’ombra del Duomo o di San Pietro, con la speranza e l’augurio che questa volta siano gli uomini di Via Aldo Rossi a sorridere. Davide Benericetti@davben86

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy