#3MOTIVI PER CUI HA RAGIONE BERLUSCONI: TERZO POSTO FATTIBILE

#3MOTIVI PER CUI HA RAGIONE BERLUSCONI: TERZO POSTO FATTIBILE

Keisuke Honda e Filippo Inzaghi- fonte www.zimbio.com
Keisuke Honda e Filippo Inzaghi- fonte www.zimbio.com
Silvio Berlusconi è stato chiaro: “Questa squadra può puntare ad un posto in Champions League”, ma a frenare gli entusiasmi del presidente era stato lo stesso allenatore Pippo Inzaghi che, il giorno seguente le dichiarazioni del patron rossonero, ha preferito invocare la calma. Pianeta Milan, nella consueta rubrica #3motivi, spiega perchè i tifosi dovrebbero stare dalla parte di Berlusconi e credere nella conquista del terzo posto.1) Le altre non sono corazzate e perdono tutte punti. Al momento il Milan si trova al sesto posto in classifica, a due lunghezze dal terzo posto occupato dalla Lazio che ha gli stessi punti di Sampdoria e Genoa (26). Dietro i rossoneri il Napoli (che ha però gli stessi punti) e la Fiorentina a quota 23. Queste sono quindi le dirette avversarie per la corsa finale, ma nessuna di esse sembra irresistibile: la Lazio ha subito 5 sconfitte e 2 pareggi; la Samp ha perso una sola volta, ma ne ha pareggiate 8; il Genoa ha rimediato 5 pareggi e 3 sconfitte; la Fiorentina è stata sconfitta 4 volte e in 5 occasioni ha portato a casa solo un punto. Napoli e Milan hanno invece lo stesso bilancio: 6 vittorie, 6 pareggi e 3 sconfitte.2) Quando il Milan è in giornata può battere tutti. A dimostrazione di questo il match contro il Napoli, dove la squadra è stata cinica, ma allo stesso tempo ha saputo soffrire senza mai soccombere. La difesa appare sempre più solida, il centrocampo, con il rientro di Montolivo, supporta i difensori ma riesce anche a creare palle di qualità e l’attacco, se convinto, può fare faville, soprattutto se ha un Menez ispirato. ‘Fame’ è l’imperativo di Inzaghi, la costante che non deve mancare in nessuna partita. Se il Milan cala dal punto di vista della mentalità (vedasi Genova), la sconfitta è inevitabile.3) Infortunati al rientro e mercato daranno una marcia in più. Abbiamo già citato il rientro fondamentale di Montolivo, dopo Natale torneranno anche Alex (fondamentale per la difesa), Abate (che aveva trascinato la squadra agli inizi) e De Sciglio (anche se non ha ancora trovato la forma, è sempre una spinta in più). Rientro previsto per il 2015 anche per Adil Rami e Marco Van Ginkel, infortunatisi entrambi la scorsa settimana. A gennaio poi arriveranno rinforzi dal mercato: Galliani vorrebbe regalare a Inzaghi un terzino (Coentrao in prestito?), un centrocampista (Brozovic, ma anche Suso e Ilicic) e un attaccante ( idea Okaka e Kramaric).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy