-2 ALLA FINE DI UN INCUBO, ALTRO CHE ‘VORREI NON FINISSE MAI..’

-2 ALLA FINE DI UN INCUBO, ALTRO CHE ‘VORREI NON FINISSE MAI..’

Pippo Inzaghi, tecnico milanista (Fonte: www.ilsole24ore.com)
Pippo Inzaghi, tecnico milanista (Fonte: www.ilsole24ore.com)
Sono ormai lontanissimi i tempi in cui si aspettava il mese di maggio con la speranza di festeggiare qualcosa ed invadere le strade di Milano (e non) con qualunque vessillo e cimelio rossonero; da qualche anno a questa parte, invece, maggio rappresenta semplicemente la fine di un’incubo (o di un’agonia), e i tifosi sono addirittura sollevati della fine della stagione. Una volta, passata la sbornia per l’ennesimo trofeo da festeggiare, si andava subito in astinenza da calcio e ci si concentrava sul calcio mercato (anch’esso ormai divenuto un lontano ricordo), con la speranza che la tregua estiva passasse in fretta e che si potesse tornare a vivere domeniche e mercoledì palpitando per la nostra squadra.Oggi tutto questo sta svanendo e le parole del mister, pronunciate al termine dell’ennesima sconfitta stagionale in quel di Reggio Emilia, suonano come un’ulteriore beffa per tutti i tifosi che hanno veramente a cuore le sorti del nostro amato Milan.Diciamo la verità: quest’anno il nostro mister, oltre ad aver fallito sul campo, ha spesso fallito anche in sala stampa, rendendosi protagonista di disamine quanto mai opinabili. In moltissime occasioni, infatti, ha interpretato a modo suo le innumerevoli prestazioni negative della squadra, finendo per vedere sempre il bicchiere mezzo pieno anche quando era palesemente vuoto. Ovviamente sappiamo benissimo che tutto questo è stata una strategia, concordata anche con la società, per difendere e proteggere il gruppo, ma non ha dato i benefici sperati ed ha finito per far sentire i giocatori (tutt’altro che esenti da colpe) sempre giustificati. L’unica volta in cui Inzaghi è stato se stesso e ha detto quello che veramente pensava è stato nel post partita di Udine, partita nella quale la squadra aveva veramente toccato il fondo: sia a telecamere accese che sul pullman, Pippo aveva duramente attaccato i suoi giocatori, ma già dalla sconfitta successiva contro il Genoa, il ritornello è tornato ad essere lo stesso “l’impegno c’è stato, a tratti si è visto un buon gioco, la squadra ha reagito…”.La classica goccia che ha fatto traboccare il vaso si è avuta nel post partita del Mapei Stadium, quando il mister ha dichiarato che vorrebbe rimanere al Milan perché sente di aver ancora molto da dare e che vorrebbe che questa stagione non finisse mai perché la voglia di lavorare sul campo è ancora tanta.Sicuramente, conoscendo Pippo, questa dichiarazione è stata fatta in buona fede, ma purtroppo non tiene conto dei sentimenti di milioni di tifosi che stanno vivendo questi ultimi mesi di campionato come un vero e proprio incubo e che sperano tutt’altra cosa, ovvero che questa stagione finisca il prima possibile.Forse uno degli errori principali di Inzaghi è stato proprio quello di non essere se stesso, sia in campo che fuori, e quello di non sbagliare con la sua testa: sicuramente si è trovato in una posizione non facile e per di piú non è stato sufficientemente protetto dalla società, ma anche lui ci ha messo del suo; il voler sempre difendere tutto e tutti, il voler essere uno yes man sempre e comunque alla fine si è rivelato un boomerang, in primis nei confronti della squadra.Pippo ce lo concederà, ma in questa ultima dichiarazione notiamo anche un pizzico di egoismo, dote tanto cara all’Inzaghi calciatore e che, insieme a tante altre, gli ha permesso di rimanere ad altissimi livelli per piú di 15 anni. Molto probabilmente il mister ha paura che, con la fine della stagione, finisca anche la sua avventura da allenatore del Milan e farebbe di tutto affinché questo non avvenisse mai. Tuttavia, gli chiediamo di pensare un attimo anche a tutto quello che devono sopportare milioni di tifosi da diversi mesi a questa parte ogni maledetta domenica e siamo certi che Pippo, da milanista qual è, possa perfettamente capire. Gaetano De Pippo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy