PM – MILAN, BERLUSCONI HA VENDUTO AI LIBANESI. SARA’ VERO? IL RETROSCENA

PM – MILAN, BERLUSCONI HA VENDUTO AI LIBANESI. SARA’ VERO? IL RETROSCENA

livesicilia.it
livesicilia.it
Spieghiamo una cosa, un retroscena. Ieri nel primo pomeriggio ci è arrivata una soffiata: fonti interne a Mediaset, davano il Milan praticamente venduto a un gruppo libanese, pronto ad offrire fino un miliardo di euro. Con Silvio Berlusconi ci sarebbero già stati contatti e incontri segreti.Dopo qualche telefonata, non abbiamo trovato conferme e non ci abbiamo creduto. Ieri sera, però, si è diffusa la notizia e, per dovere di cronaca, l’abbiamo prontamente riportata. Cosa ci sia dietro questa indiscrezione, ancora non si sa. Dalle prime verifiche poco o nulla.Francamente ci pare strano che di punto in bianco, il Milan sia stato venduto dopo un paio di incontri segreti, senza passare da banche d’affari o altro, a un gruppo del Medio Oriente, terra in questo momento alle prese con ben altri problemi. Magari emergerà qualche dettaglio in più, ma per ora dobbiamo classificare la notizia come ‘poco attendibile’.Troppe ormai le indiscrezioni filtrate finora: prima i russi, poi i thailandesi, cinesi, un magnate di Singapore, tanti arabi. Ora un gruppo libanese. Offerte sempre alte, altissime, quasi fuori mercato. No, non ci crediamo. Ma continueremo ad indagare.Noi di Pianeta Milan siamo sempre convinti di quello che andiamo dicendo da mesi: salvo offerte irrinunciabili, Berlusconi non venderà la totalità del Milan. Vuole un socio di minoranza, disposto a metterci tanti soldi, ma senza l’ambizione di comandare in società. Possibile? Difficile, ma possibile. Investo oggi 10 per avere domani 20. Questa sarà la logica-guida di chi si avvicinerà adesso al Milan. Questo fanno gli uomini/gruppi/banche d’affari: pensano a futuri guadagni, al business.Anche all’estero è stato così. Al Bayern, per esempio, sono entrati nel club tre degli sponsor più importanti: Audi, Allianz e Adidas. Gruppi che non hanno la minima intenzione di fare una scalata al club ma che hanno interesse a legarsi a doppio filo con la società che sponsorizzano. Più soldi a disposizione della proprietà equivale a maggiori investimenti, maggiori ambizioni, maggiore esposizione, maggiori ritorni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy