ESCLUSIVA PM – PIETRO VIERCHOWOD: “DOMANI VEDO UN PAREGGIO. NON CI SONO PIU’ I DIFENSORI DI UNA VOLTA”.

ESCLUSIVA PM – PIETRO VIERCHOWOD: “DOMANI VEDO UN PAREGGIO. NON CI SONO PIU’ I DIFENSORI DI UNA VOLTA”.

Commenta per primo!

Pietro Vierchowod - fonte www.ultimecalcionapoli.it
Pietro Vierchowod – fonte www.ultimecalcionapoli.it
Pianeta Milan ha contattato in esclusiva Pietro Vierchowod, storico difensore, tra le altre, di Milan e Roma, parlando della partita di domani sera, di qualche ricordo e della situazione del calcio italiano in generale.Di seguito l’intervista completa:Chi vince domani sera?E’ una partita molto difficile. Senz’altro la Roma è una delle più forti, però il Milan ci ha abituato a alternare prestazioni pessime a grandi exploit. Penso che domani sarà un pareggio.Come vedi la situazione del Milan in questo momento?Stanno facendo un buon lavoro. La difesa traballa un po’, perché non riesce sempre a comportarsi nel modo corretto. Alternano prestazioni buone a prestazioni meno buone.Cosa dovrebbe cambiare?      Dovrebbero dare maggior forza alla difesa, insegnare a stare più vicino all’avversario, soprattutto quando si è in area di rigore. Questo dovrebbero insegnarlo soprattutto ai difensori stranieri: stringere di più e essere più vicini all’avversario.Maradona ha detto che sei in assoluto il difensore più forte contro cui ha giocato. Chi sono, secondo te, i difensori più forti della storia del calcio italiano?Ai miei tempi non c’era solo uno o due difensori forti. Ce n’erano tantissimi, in tutte le squadre: Bergomi, Baresi, Costacurta. Tantissimi.Cos’è cambiato rispetto ai giorni nostri?Noi venivamo da una scuola, t’insegnavano proprio cosa fare. Adesso questo non avviene più. Siamo costretti a cercare all’estero difensori che, secondo me, sono meno bravi di noi allora.Quale squadra ricordi con più piacere, tra quelle in cui hai giocato?  Proprio la Roma, ti dico la verità. Era una grandissima squadra. C’erano Falcao, Pruzzo, Bruno Conti, Ancelotti, Di Bartolomei. Io penso che una squadra così fosse la più forte di tutte. Non ha vinto tantissimo, però abbiamo vinto uno scudetto, nel 1983, che la Roma stava inseguendo da oltre quarant’anni. Abbiamo vinto il primo scudetto della Roma, è stata anche la squadra che ha espresso il più bel calcio, tra quelle in cui ho giocato. Aggiungo anche la Juve, perché lì ho vinto la Champions, però quella Roma era la più grande in assoluto.Come vedi il Milan di oggi?E’ in una fase di consolidamento, stanno facendo un lavoro importante e qualche risultato si vede già. Riuscire a entrare nelle prime tre sarebbe un successo.In che posizione chiuderà il campionato?Dopo la Juventus e la Roma io vedo Milan e Napoli. Secondo me si giocheranno il terzo posto fino alla fine. Ci sono anche altre squadre forti e attrezzate. Sarà lotta serrata fino alla fine.Se tu fossi Inzaghi con che modulo giocheresti?  Il più adatto mi sembra il 4-3-3, facendo sempre giocare Menez e Bonaventura che sono assolutamente indispensabili per questa squadra.Chi è il difensore più simile a Vierchowod, nel calcio di oggi?  Mi hanno già fatto questa domanda, anche recentemente. Sinceramente non ne vedo. Oggi non vedo niente, vedo il vuoto nei difensori. Non ne vedo neanche uno da Nazionale. C’è qualche giovane interessante, forse, come Romagnoli, però ripeto: il livello è molto basso.Andrea Bricchi(Twitter: @andreabricchi77). 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy