ESCLUSIVA PM – MATTEO MANASSERO: “IL MILAN HA RICOMINCIATO A PRENDERE CAMPIONI, SONO OTTIMISTA”

ESCLUSIVA PM – MATTEO MANASSERO: “IL MILAN HA RICOMINCIATO A PRENDERE CAMPIONI, SONO OTTIMISTA”

Commenta per primo!

fonte foto: dotgolf.it
fonte foto: dotgolf.it
PIANETA MILAN ha contattato in esclusiva Matteo Manassero, campione di golf tra i più forti del mondo e noto milanista.Di seguito l’intervista completa:Come vedi il Milan? Meglio, sono più fiducioso. Sto seguendo, in questi giorni, la trattativa per Cerci e mi sembra che ci sia di nuovo un bell’entusiasmo. Questa è la cosa più importante per i tifosi. Dà speranza per come si stanno evolvendo le cose. Secondo Sky lo scambio è ufficiale, Cerci avrebbe accettato il trasferimento e mancherebbero solo le firme.   Perfetto! Ottima notizia. Ottimo colpo per il Milan. E’ chiaro che probabilmente ci sarebbero anche altre cose da fare, però dà entusiasmo all’ambiente. Quindi ti piace questa sorta di nuovo corso del Milan? A me personalmente piace che il Milan sia tornato a prendere giocatori di primo piano, giocatori italiani tra i migliori nel panorama calcistico. Il Milan aveva perso un po’ questa capacità di attrarre i giocatori migliori, che era un po’ nel suo DNA e che poi è quello che ti fa vincere. Tu, come tanti altri sportivi di fama mondiale, potreste formare un club di supporters rossoneri. Cosa fa del Milan una squadra così amata nel mondo? Il Milan è la squadra più internazionale di tutte, tra le italiane, anche per quello che ha vinto, per quello che ha fatto nel mondo. Quindi penso che sia per questo che ha tanti tifosi, anche all’estero. Parlando di calcio: chi è il tuo giocatore preferito? Oggi il mio giocatore preferito è Cristiano Ronaldo. E in passato? Shevchenko e Kakà, perché sono cresciuto con il loro Milan. Per il golf, invece? Seve Ballesteros per il passato, il mio idolo, e oggi Rory McIlroy è il più completo. Sei giovane e hai già ottenuto risultati strepitosi. Quali sono i tuoi progetti per il futuro? Per il futuro i progetti sono tanti. Sono giovane, ho tanto tempo per migliorare gli aspetti che possono portarmi a essere tra i migliori al mondo. Nel frattempo ci sto provando, però l’obiettivo di adesso è migliorare per il futuro. Sono stato fortunato e bravo abbastanza per iniziare bene la carriera professionistica, però l’obiettivo è mettere le basi per molti anni a venire, investire su quello, piuttosto che pensare alle gare dei prossimi mesi. In questo senso quest’anno è stato un anno di transizione? Sì, esattamente. Si può dire così. Grazie Matteo! Ci vediamo a San Siro. A voi, ciao! Andrea Bricchi(Twitter: @andreabricchi77).   

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy