Fiorentina, ecco Commisso: “Chiesa? Farò di tutto per trattenerlo”

Fiorentina, ecco Commisso: “Chiesa? Farò di tutto per trattenerlo”

Rocco Commisso, Presidente della Fiorentina, è giunto finalmente in città dopo il closing: ecco le sue prime dichiarazioni da patron del club gigliato

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO FIORENTINA – Oggi la Fiorentina è passata ufficialmente dalla famiglia Della Valle all’imprenditore italo-americano Rocco Commisso. Ecco le prime dichiarazioni di Commisso, arrivato in giornata a Firenze, raccolte dal sito web ‘ViolaNews.com‘.

“Quando l’Italia ha vinto la coppa del Mondo nel 2006 è stata la serata più bella della mia vita. Il primo obiettivo della Fiorentina? Costruire la squadra e guardare ad ogni lavoratore ACF. Vincere? Speriamo, speriamo… Chi sarà l’allenatore? Non si sa. Federico Chiesa? Voglio fare di tutto per trattenerlo”.

“Dirigenza? Ancora non ho incontrato nessuno se non i Della Valle, i loro rappresentanti e Mario Cognigni. Io sono qui per imparare. Storia della Fiorentina? Mi ricordo che quando ero piccolo giocava Kurt Hamrin, che giocatore… Gabriel Batistuta è arrivato dopo. Ricordo anche di Giancarlo Antognoni. La Juventus? Io sono amico di tutti ma ora la mia passione ed il mio cuore sono per la Fiorentina. Per il campionato italiano non è buono che ci sia una squadra che vinca sempre tutto. E’ vero che in passato ho seguito i giocatori della Juventus, come ad esempio Omar Sivori, ma è altrettanto vero che ora sono un fiorentino”.

“Non mi sento un padrone, piuttosto un tifoso che vive per il calcio. La bistecca? Sono sicuro che sia più buona di quella che mangiamo a New York. Come dovete chiamarmi? Rocco! Così sono nato e così sono ancora così. Anche in America mi son sempre fatto chiamare così: Mr. Rocco. Non so ancora se prenderò casa qui. Spero di stare spesso a Firenze però, sono nato in Italia e le mie radici sono qui”.

“Mamma mia che accoglienza, non me l’aspettavo! Antognoni? Sarà dentro questa Fiorentina, ma ancora non ho avuto la possibilità di parlarci. Io ho un motto: non fare promesse che non possono essere mantenute. I Della Valle? Verranno onorati per quello che sono riusciti a fare, perché quando qualcuno ci mette soldi e passione, prendendosi anche dei rischi, è giusto che venga rispettato. Spero che venga fatto anche con il sottoscritto. Mi dicono che un Presidente non dovrebbe stare con i propri tifosi ma io a New York faccio così”.

“Sono arrivato da pochissimo a Firenze, datemi il tempo necessario, devo imparare… Quanto ci vorrà per vedere la nuova Fiorentina? Promesse non ne faccio”, ha concluso Commisso. Intanto, in casa Milan, si ragiona sul direttore sportivo: ecco chi è il grande favorito, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy