#3MOTIVI PER ESSERE SODDISFATTI DI INZAGHI. IL PRIMO BILANCIO

#3MOTIVI PER ESSERE SODDISFATTI DI INZAGHI. IL PRIMO BILANCIO

Filippo Inzaghi (fonte foto: www.calcioblog.it)
Filippo Inzaghi (fonte foto: www.calcioblog.it)
Primi 6 mesi o quasi da allenatore del Milan, e per Filippo Inzaghi è già ora dei primi bilanci.Un inizio di stagione fatto di alti e bassi per il nuovo Milan, sulla falsa riga di quello visto nei primi mesi del 2014 con Seedorf. Ma analizzando bene ogni aspetto, si può notare che ci sono tre motivi che possono far essere ottimisti i tifosi rossoneri.1) SQUADRA IN CRESCITA – L’arrivo della sosta natalizia, paradossalmente, non è stata accolta con positività nell’ambiente Milan. Nelle ultime gare, infatti, la squadra è sembrata in crescita, non a corto di fiato, anzi. L’aver recuperato giocatori poco utilizzati, tipo Mexes o Armero, nonostante le defezioni per i cronici infortuni di Alex, Abate e De Sciglio, hanno dimostrato che comunque la preparazione fisica sta rendendo al meglio. La squadra non arriva a fine partita stracotta, anzi, sembra sempre di averne in più dell’avversario, come le gare con Napoli e Roma dimostrano.2) AMBIENTE COMPATTO E GRINTA – Ecco la differenza principale con la gestione Seedorf. L’ambiente compatto. Che con l’olandese era diviso in clan e fazioni. Tutti ora sembrano remare verso la stessa direzione, con la maglia al centro e non il singolo. Inzaghi è riuscito a trasmettere la sua grande forza caratteriale e grinta che metteva in campo, ed ogni giocatore sembra aver recepito i dettami del mister. Ovviamente non mancano gli scontenti, ma la strada sembra essere quella giusta.3)POCHI ERRORI TATTICI FINO AD ORA –  A parte le prime partite d’assestamento, con tanti gol presi, nelle ultime gare Inzaghi sembra aver trovata la quadra. Pochi pericoli, difesa ben protetta dal centrocampo, e l’alberello di Natale a rendere la squadra equilibrata. E l’equilibrio significa pochi errori, sia singoli che tattici, e una sicurezza derivante dal fatto che tutti vengono messi allo stesso livello e nelle giuste condizioni di esprimersi al meglio.Tre motivi per essere ottimisti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy