#3MOTIVI PER ESSERE FELICI DELL’ALLEANZA MILAN-LUGANO

#3MOTIVI PER ESSERE FELICI DELL’ALLEANZA MILAN-LUGANO

di Lorenzo Romagna, @RmgLnz95

Zdenek Zeman (fonte foto: forum.kooora.com)
Zdenek Zeman (fonte foto: forum.kooora.com)
Notizia di poche ore fa che Alessandro Mastalli, ormai ex capitano della Primavera di Cristian Brocchi, nella prossima stagione giocherà nel Lugano. In realtà Zdenek Zeman, allenatore del club svizzero, aveva richiesto il prestito di Andrej Modic. Il centrocampista però, dopo giorni di allenamento, è dovuto tornare a Milano, a causa del mancato permesso di soggiorno rilasciato dall’ufficio federale della migrazione. Una girandola di prestiti, una sorta di alleanza pro-giovani, che non può far altro che aiutare i rossoneri. Ed ecco che vi spieghiamo i #3 motivi per esserne felici:1) PIAZZA IMPORTANTE E CON RESPIRO INTERNAZIONALE – Lugano è da sempre una piazza importante e calorosa. E lo stesso club ha anni di storia alle spalle. Basti pensare alle loro statistiche, che contano 3 coppe svizzere, 3 campionati svizzeri e 4 Challenge League. Senza dimenticare che il club è stato fondato tantissimi anni fa: nel 1908. Qui i ragazzi potranno, dunque, crescere e trovare continuità, per tornare magari un giorno a Milanello non più con l’etichetta di “giovani promesse”. Ma sotto un’altra veste, ben più importante.2) RESTANO VICINO CASA – I giocatori resteranno sempre sotto gli occhi attenti degli osservatori rossoneri. In particolare di quelli di Mauro Tassotti, nel nuovo ruolo di “supervisor extra rosa”. Sarà proprio l’ex vice-allenatore a seguire gli sviluppi dei giocatori rossoneri in prestito in giro per il mondo. A Lugano, paese svizzero, potrà farlo in modo più tranquillo e rilassato. I nostri giovani restano vicino la loro casa, Milanello. Per di più, sotto la lente di un grande maestro come Zeman.3) L’AIUTO DEL MAESTRO ZEMAN – A proposito di Zeman, sarà proprio lui la vera sorpresa. Un onore per i ragazzi essere allenati da un vero e proprio maestro. Ha fatto esplodere diversi giocatori nel calcio che conta. Chissà che non possa farlo anche con i nostri. Mastalli, inoltre, sarà importantissimo per il gioco del boemo, che è solito schierare le sue squadre con un 4-3-3. Un sistema di gioco simile a quello che userà il Milan in questa stagione e che potrà tornare utile ai ragazzi. Milan-Lugano, un unione che fa bene a tutti. Giovani in primis.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy